Exea

 

Cos'è Exea?



Exea è Genotherapy, l'ultima frontiera della medicina estetica, un trattamento di bellezza di ultima generazione, che ti permette di ottenere i risultati che hai sempre desiderato.


 
medicina estetica l'aquilamedicina estetica l'aquila

Il DNA della tua Bellezza…

Il Sistema Genotherapy parte dall’analisi del tuo DNA, ricercando la causa più profonda dell’invecchiamento cutaneo per poter agire in modo efficace e personalizzato.

Tutto il trattamento ruota intorno all’analisi del tuo DNA, che potrà mostrarti le cause profonde alla base del tuo aspetto ed elaborare una diagnosi accurata e completa. E da questa diagnosi prenderà vita un trattamento unico, unico come te!

Una volta impostato il trattamento i risultati non tarderanno a vedersi. Fin dalla prima seduta di prova durante il tuo consulto il tuo viso ritroverà luminosità e turgore.

Durante il corso delle sedute, sfruttando l’incredibile sinergia tra i dermoattivi (prodotti messi a punto in modo specifico per te), il macchinario Genotechnology1 e le creme ad uso domiciliare su base genetica, otterrai dei risultati del tutto naturali e progressivi.

  • Profondo effetto anti-age con prevenzione del crono e foto invecchiamento, grazie all’uso dei dermoattivi personalizzati e veicolati con Genotechnology1;
  • Bio-Lifting e Bio-Rivitalizzazione dei tessuti;
  • Miglioramento dell’aspetto cutaneo e della luminosità:
  • Pelle Tonica e Rassodata;
  • Biostimolazione, ossia la stimolazione delle cellule chiamate fibroblasti a produrre sostanze fondamentali come collagene ed acido ialuronico;
  • Riduzione/Eliminazione delle rughe;
  • Miglioramento della micro-circolazione cutanea e linfatica nonché maggior ossigenazione dei tessuti.

Chi si rivolge alla medicina estetica oggi vuole risultati naturali, ritrovare un volto giovane senza stravolgere i tratti, proprio questi sono i principi fondamentale di Genotherapy, un innovativo protocollo brevettato dagli incredibili risultati grazie alle sue 4 fasi.

Cute e invecchiamento, cosa sono?

Il corpo umano è costituito da cellule, le stesse si organizzano in modo da formare i tessuti, come ad esempio la cute. Le cellule a loro volta sono caratterizzate da un processo di nascita, crescita, deperimento e sostituzione con nuove cellule. Col passare del tempo però questo meccanismo diventa più lento e proprio il rallentamento del meccanismo di sostituzione cellulare porta all’invecchiamento che, soprattutto su tessuti come pelle e capelli, si nota ad occhio nudo.

Siccome non tutte le persone sono uguali, non tutte invecchiano allo stesso modo e colpevole è sia la struttura genetica della persona, sia le abitudini di vita. Ad esempio l’esposizione ai raggi UV per lunghi tempi e senza protezione porta ad un invecchiamento precoce della pelle. Un’altra abitudine che contribuisce negativamente è il fumo. Entrambi questi fattori sono a loro volta collegati proprio al DNA.

Una volta conosciuti i meccanismi di invecchiamento dei tessuti, ed in particolare della pelle, è possibile prevenirlo, ma soprattutto creare delle soluzioni mirate sulla situazione della singola persona. Tra queste la più innovativa è il sistema Genotherapy.

Fase 1 – Visita e Test del DNA

Exea ha molta cura per la salute delle persone che si affidano alla sua tecnologia, motivo per cui durante la prima seduta, una figura preparata e professionale provvederà a compilare la scheda personale del paziente contenente tutti i dati necessari a livello anagrafico e diagnostico, che descrive in modo accurato le condizioni della tua pelle.

Ti verrà spiegato in modo chiaro come Genotherapy può esserti utile ed il nostro specialista risponderà a tutte le tue domande.

Se deciderai di iniziare il percorso di trattamento verrà subito eseguito il test del DNA, rapido ed indolore.

Subito dopo si procede alla rilevazione fotografica delle aree da trattare, in modo da avere un chiaro riscontro del suo stato prima e dopo il trattamento.

Il Test del DNA ha come scopo quello di individuare in ogni individuo i fattori di rischio per l’invecchiamento cutaneo tramite il prelievo di cellule epiteliali all’interno della bocca e, in base ai genotipi individuati, sono stati indicati appunto due indici di rischio: crono-invecchiamento e foto-invecchiamento. Il primo è determinato da una degenerazione cutanea dovuta al tempo, mentre il secondo è un processo che deriva dall’esposizione ai raggi UV, da un’alimentazione scorretta e da un eccessivo consumo di alcool e fumo. Tutti questi fattori causano una condizione di “stress ossidativo” che compromette il rinnovamento dei tessuti.

Fase 2 – Utilizzo dei Dermoattivi Specifici

Una volta ottenuti i risultati del test genetico, in base ad essi viene scelto uno specifico dermoattivo-dispositivo medico di classe I contenente principi attivi utili per effettuare un trattamento personalizzato dei processi di crono-invecchiamento e foto-invecchiamento rilevati.

Il dermoattivo utilizzato in combinazione con il dispositivo è tratta di un gel arricchito di principi attivi la cui combinazione dipende dalla situazione del singolo paziente. Ad esempio per un paziente la cui situazione non sia compromessa, basterà utilizzare una formula idonea a dare idratazione, in caso contrario il gel dermoattivo sarà composto in modo da attivare il meccanismo dei fibroplasti che sono responsabili della sintesi di collagene ed elastina.

Tra i principi attivi utilizzati vi è l’estratto di fagus sylvatica: germoglio di albero di faggio che ha funzione stimolante per il metabolismo cellulare. Altro principio attivo utilizzato sono le proteine attive della soia che promuovono la sintesi del collagene. L’estratto di pyrus malus, essendo ricco di flavonoidi, è un antiossidante naturale, inoltre offre protezione dai raggi UV, ecco perché risulta l’ideale per coloro che mostrano un importante foto-invecchiamento. Un rafforzamento di tale funzione si può avere con l’uso dell’estratto di vitis vinifera. I vantaggi di tale estratto non finiscono qui perché protegge anche dagli effetti degli inquinanti ambientali

Fase 3 – Il macchinario Genotechnology1

Già dalla prima seduta scoprirai e proverai sulla tua pelle l’innovativo apparecchio Genotechnology 1, dispositivo medico di classe 1. Il dispositivo stimola la pelle dall’interno sfruttando il calore prodotto dalle onde radio a media frequenza secondo il processo, appunto, della “radiofrequenza” o diatermia. In questo modo, i suddetti dermoattivi riescono a penetrare in profondità, aumentando il metabolismo delle cellule capaci di rigenerare la pelle chiamati fibroblasti e stimolando una sorta di distensione per quanto riguarda le fibre che compongono il collagene.

Cosa rende Genotherapy un trattamento speciale unico ed innovativo?

Oltre all’analisi genetica del processo di invecchiamento cutaneo la grande novità è rappresentata dal “micromanipolo”, uno strumento che rende possibile agire direttamente su tutte quelle zone del corpo apparentemente difficili da trattare a causa della loro posizione. Il micromanipolo svolge la sua funzione grazie alle radiofrequenze, motivo per cui non rischia di danneggiare parti sensibili del corpo, come il contorno labbra, le palpebre, l’area circostante l’occhio e quella frontale, zone che è stato possibile trattare per la prima volta, tramite Genotherapy, con risultati ottimali. Possono essere trattati viso, mani, collo e décolleté con la massima tranquillità.

Il protocollo previsto per il trattamento prevede 15 sedute, con cadenza di 21-28 giorni tra l’una e l’altra. È molto importante rispettare questo intervallo di tempo, poiché appositi studi hanno dimostrato che l’epidermide impiega circa un mese per trarre giovamento dai processi di biorivitalizzazione stimolati con Genotherapy. Inoltre, il tempo previsto per ogni seduta varia in base al numero di zone da trattare. L’efficacia del sistema è anche provata da studi scientifici, che mostrano come Genotherapy sia più del doppio efficace rispetto alla “classica” radiofrequenza.

Fase 4 – Utilizzo delle creme genetiche

L’ultima novità messa a punto dal team di Exea sono le creme genetiche. Queste creme anti-age ad uso giornaliera vengono preparate con un siero personalizzato sulla base dei risultati del test genetico, per ottimizzare e velocizzare i risultati del sistema Genotherapy a casa.

In questo modo non sarete mai soli ed il trattamento vi seguirà ogni giorno, permettendovi un ritorno passo dopo passo alla vostra bellezza nascosta!

Il sistema Genotherapy, eseguibile solo presso medici qualificati, si basa sull’utilizzo di quattro elementi che consentono, in sinergia con l’utilizzo di manualità specifiche, una personalizzazione del trattamento basato sulle caratteristiche genetiche individuali.

E’ indicato per maschi e femmine ed agisce su numerose zone come viso, collo, decoltè e mani.

L’innovazione del protocollo, sta nel fatto di poter, sulla base di test del DNA preventivi, riuscire a indirizzare un percorso terapeutico specifico. Sulla base delle indicazioni ottenute con il test del DNA è possibile, con l’ausilio del dispositivo Genotechnology1 e del Dermoattivo – dispositivo medico di classe I, consentire il ripristino di un ottimale struttura dermica e il suo mantenimento, grazie infine all’utilizzo delle creme genetiche.

Indicazioni al trattamento Genotherapy

Scopriamo insieme le indicazioni all’utilizzo di Genotherapy:

  • Rughe
  • Colorito spento
  • Perdita di tono
  • Perdita di elasticità
  • Edema e gonfiore (occhiaie)

Controindicazioni

Ricordiamo che con la nascita della dermatologia cosmetica, la radiofrequenza è stata la prima tecnologia ad essere utilizzata nel settore e, al contrario di altri tipi di trattamenti estetici, non è invasiva o dannosa e sfrutta il calore che si viene a creare all’interno dei tessuti dell’organismo. Il dispositivo utilizzato, più precisamente, crea una radiofrequenza di tipo “bipolare”, molto utile per intervenire sulle rughe e sulla mancanza di tono cutaneo.

Esistono alcuni casi, però, in cui si sconsiglia l’utilizzo di Genotherapy, quali gravidanza e allattamento, presenza di tumori, insufficienza cardiaca, malattie autoimmuni o della pelle in generale. Negli altri casi, i risultati finali saranno sorprendenti ed è possibile affermare che Genotherapy rappresenta davvero il futuro della medicina estetica. Si ricorda, infatti, che anche il Ministero della Salute ha approvato il suo protocollo, in quanto è una tecnologia all’avanguardia la cui sicurezza è stata testata e successivamente certificata anche a livello legale.

Ecco infine nel dettaglio l’elenco delle controindicazioni complete:

  • Gravidanza, primi tre mesi di allattamento
  • Placche metalliche nel sito dell’applicazione (esclusi gli impianti)
  • Insufficienza cardiaca cronica
  • Portatori di pace-maker o altri dispositivi sul cui funzionamento interferiscano i campi elettromagnetici e le correnti elettrostatiche
  • Tumori in atto e cure anti tumorali in atto (la somministrazione del trattamento può avvenire solo dopo 5 anni dalla risoluzione della patologia)
  • Malattie autoimmuni e Malattie degenerative del connettivo dermico
  • Impianti/operazioni (effettuare il trattamento sul viso dopo la completa guarigione)
  • Cute lesa e infezioni cutanee in atto
  • Reazione allergiche ai dispositivi medici (gel personalizzati)
  • Couperose e rosacea
  • Acne in fase attiva